Capo VI - ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE


Art. 32 - Principi
  1. L'ordinamento finanziario e contabile del Comune è disciplinato dal regolamento di contabilità nel rispetto della legge ed in conformità alle norme dello Stato.
 
Art. 33 - Bilancio e programmazione
  1. Lo schema bilancio annuale di previsione, la relazione previsionale e programmatica e lo schema del bilancio pluriennale sono predisposti dalla Giunta e da questa presentati al Consiglio Comunale per l'approvazione, unitamente agli allegati ed alla relazione dell’organo di revisione, entro il termine previsto dal regolamento di contabilità.
  2. Il bilancio pluriennale esprime la coerenza amministrativa e finanziaria degli strumenti di programmazione del Comune.
 
Art. 34 - Rilevazione e dimostrazione dei risultati di gestione
  1. La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto che comprende il conto del bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio.
 
Art. 35 - Revisore dei conti
  1. Al Revisore dei conti del Comune è conferito l'esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria nell'ambito dei principi fissati dalla legge.
  2. Il Revisore dei conti viene eletto dal Consiglio Comunale tra gli appartenenti alle categorie professionali indicate dalla legge.
  3. La durata, le incompatibilità ed ineleggibilità, , i limiti all’affidamento, le funzioni, le responsabilità e il compenso del Revisore sono stabilite dalla legge e dal regolamento di contabilità.
 
Art.36 - Entrata in vigore
  1. Dopo l’espletamento del controllo da parte del competente Organo Regionale, lo Statuto è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Sarda (B.U.R.A.S.), affisso all’Albo Pretorio comunale per trenta giorni consecutivi ed inviato al Ministero dell’Interno per essere inserito nella raccolta ufficiale degli statuti.
  2. Lo Statuto entra in vigore decorsi trenta giorni dalla sua affissione all’Albo Pretorio del Comune.


Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su GooglePlus