Feste e Sagre


SAGRA DE “SA PRAZZIRA E DE SA PEZZ’E CRABA”
Le sagre sono uno strumento di tutela e valorizzazione delle tradizioni di un territorio e dei suoi prodotti tipici, quindi essenziali per la diffusione culturale di un’intera area geografica. Proprio in questo contesto, grazie anche all’encomiabile supporto organizzativo della Pro-Loco e dei suoi collaboratori, da 16 anni si svolge a San Vito nell’ultimo sabato della terza decade di luglio, la “Sagra de sa Prazzira e de sa Pezza de Craba”, una manifestazione promossa e patrocinata dall’Amministrazione Comunale, capace di esprimere esclusività e forte caratterizzazione, elementi indispensabili per creare una forte identità turistica che coinvolga tutto il territorio del Sarrabus-Gerrei.
La manifestazione prevede generalmente la sfilata lungo la via principale del paese di numerosi gruppi folkloristici, il cui arrivo nella P.zza Sardegna coincide con l’inaugurazione ed apertura della mostra mercato dei prodotti tipici del territorio. Seguono, accompagnate dalle esibizioni sul palco dei gruppi folk, le degustazioni gratuite della Prazzira e de sa Pezza de Craba”, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino e dalla musica melodiosa delle Launeddas, della fisarmonica e dell’organetto.

Sa Prazzira”, pizza tipica sanvitese, si presenta di forma circolare, con i bordi rialzati di qualche centimetro in maniera tale che la parte superiore non venga avvolta dalla pasta mettendo in evidenza gli ingredienti che solitamente sono i pomodori freschi, le melanzane, i funghi, le patate, il basilico, l’aglio, il sale, l’olio d’oliva extra vergine.
Sa Pezza de Craba”, ossia la carne di capra sapientemente arrostita con degli enormi spiedi nei fuochi alimentati con la legna da ardere, ha un gusto ed un profumo inebriante ed inconfondibile, esclusivi di una regione che nelle varie ere ha subito un isolamento quasi totale contribuendo all’evoluzione genetica di una razza caprina che anche nel territorio del Sarrabus-Gerrei ha acquisito quella tipicità e quella caratteristica che contraddistingue dagli altri quei prodotti da valorizzare e salvaguardare.
Il successo della sagra è reso possibile grazie all'impegno di circa 150 volontari, per la maggior parte soci della Pro-Loco di San Vito, che dall’alto della loro esperienza acquisita in molti anni di attività, si muovono ormai con sincronismo assoluto e perfetta intesa, spronati dall'orgoglio di contribuire a mantenere viva e, se possibile, a diffondere ancor più la tipica cultura eno-gastronomica del territorio.

SAGRA DEL PESCE
Nella terza decade di agosto, come ormai da 16 anni avviene, si svolge a San Vito nella frazione di San Priamo la “Sagra de su Pisci”, una manifestazione sostenuta e patrocinata dall’Amministrazione comunale, e resa possibile grazie al supporto organizzativo della Pro-Loco sanvitese ed al fondamentale impegno e passione dei suoi soci e collaboratori.
Degustazioni gratuite di orate, spigole e muggini arrosto, cucinate sapientemente in maniera semplice e tradizionale, dove i sapori vengono esaltati e valorizzati, soddisfando i palati più fini ed esigenti, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino e dalla musica delle launeddas, della fisarmonica, dell’organetto ed altri strumenti musicali che fanno da cornice allo spettacolo folk. Importante da questo punto di vista il ruolo ricoperto dalla cooperativa sanvitese “Pescatori Feraxi”, per la buona riuscita della manifestazione.
A San Priamo i turisti oltre che gustare dell’ottimo pesce e del buon vino, possono arricchire i propri orizzonti culturali visitando l’omonimo Santuario, una chiesetta del XIII secolo che sorge arroccata sulla montagna adiacente la frazione, caratterizzata dalla presenza, al suo interno, di una Domus de Janas dalla quale sgorga una sorgente dalle acque anticamente ritenute miracolose, mentre nelle vicinanze si scorge imponente ed è possibile ammirare la figura del nuraghe “Asoro”, complesso nuragico edificato con tecnica megalitica del tipo pseudo-nuraghe.

CURSA A SU "COCCOI" E "PALIO DEGLI ASINELLI"
Nell’ultima decade del mese di agosto, come avviene ormai da tre anni, si svolge a San Vito la "Cursa a su Coccoi" e "Palio degli Asinelli", una manifestazione sostenuta e patrocinata dall’Amministrazione comunale, organizzata e realizzata dall’ "Associazione Ippica del Sarrabus" grazie al fondamentale impegno e passione dei suoi soci e collaboratori.
La "Cursa a su Coccoi" è un’esibizione equestre, ma anche una gara in cui i cavalieri devono percorrere la pista in velocità e infilzare con una spada di legno "su Coccoi" che è un pane tipico del Sarrabus, assomigliante ad una corona con al centro un buco di pochi centimetri.
Alle diverse discese dei cavalieri che cercano di trovare gloria e soddisfazione personale nell’infilzare il tipico pane sarrabese, si intervallano le esibizioni delle migliori "Parillas" della Sardegna, dove abili fantini danno vita a degli esercizi e figure acrobatiche mozzafiato in sella a splendidi cavalli.

Nella manifestazione trova spazio anche il "Palio degli Asinelli" nel quale gareggeranno in una corsa ad eliminazione gli asinelli, tutti di pura razza sarda, dando vita a uno spettacolo divertentissimo che coinvolgerà il pubblico ma soprattutto i bambini.

Condividi su: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su GooglePlus